Principato di Bougerrad
Nazione: Bougerrad
Bandiera: bandiera.jpg
Capitale: Bougerrad
Governo: Monarchia
Governante: Thane e Mordan di Bougerrad
Popolazione: 2.560.000
Razze: Nani, Syrneth

I Nani asseriscono di aver riportato la civiltà su Tarah quando l'impero Syrneth crollò. Da quel momento, i Nani hanno dovuto assistere alla diminuzione del proprio popolo, alla perdita di molte delle proprie città e miniere e infine alla caduta dei loro grandi regni. Al giorno d’oggi i popoli nanici sono divisi e frammentati, i loro territori sono stati abbandonati e occupati dai mostri dell'orda. L'unica regione attualmente sotto il dominio dei nani sono le vaste cavità sotterranee chiamate Aldur che si estendono sotto il continente.

Questi territori sono ritenuti gli ultimi reami nanici in tutto il mondo, sebbene sia probabile che nel sottosuolo si estendano ancora tunnel occupati da nani. Bougerrad però è solo parzialmente occupato dai nani. I nani conducono una guerriglia quasi costante contro le orde di prole oscura nei sotterranei, e lo fanno divisi. Da tempo non esiste un re nanico che sia stato in grado di unificare i popoli del sottosuolo e i clan, i piccoli principati e le comunità non sono stati in grado di decidere un corso comune.

Solo il principato di Bougerrad ha accumulato un potere tale da offrire un baluardo sufficientemente forte per contrastare le creature dell'Orda. Mentre il resto dei territori nanici si andavano frammentando privi di una guida, i principi di Althar e di Gerrad, i due principati più influenti tra i nani, strinsero una profonda alleanza. La corona del principato fu unificata due generazioni dopo quando Thane, la figlia del principe di Althar, e Mordan, il figlio del principe di Gerrad, si sposarono.

Il principato si estende sotto le montagne di Orthand, che i nani chiamano Bouger. Molti ormai parlano di Bougerrad come il futuro dei territori nanici e probabilmente l'ultima speranza di sconfiggere l'orda nel sottosuolo. La forza militare del principato è vastissima se si considera il numero limitato dei nani che lo popolano, così come è impressionante la quantità della produzione artigiana che viene venduta in tutto il mondo. Se un'arma è di ottima fattura si potrà essere certi che è stata forgiata a Bougerrad. In questo modo i nani riescono a finanziare le innumerevoli spedizioni militari nel sottosuolo, che comprendono anche mercenari.

Un’altra popolazione si fece largo tra quelle montagne intorno al secondo secolo: erano i Syrneth. Per qualche strano motivo i nani mostrarono subito un’innata simpatia per queste creature e strinsero un’amicizia sorprendente se si pensa alla naturale scontrosità nanica. La collaborazione tra queste due razze continua da allora e i rapporti si svolgono nella quasi totale parità, anche se è raro che un Syrneth riesca ad arrivare a posizioni di potere. Amicizia o non amicizia le tradizioni naniche sono dure a morire.

Città importanti

Bougerrad

La capitale del regno nanico, è una città costruita quasi interamente sotto terra, mentre l'ingresso con la superficie è abitato da quei pochi Syrneth che vivono tra i nani. Nel sotto suolo si svolgono tutte le attività della civiltà nanica: la forgia delle armi e la coltivazione della Durad, un fungo nutriente che i nani mangiano in grandi quantità. Bougerrad è anche la sede del palazzo reale, un dedalo di cunicoli finemente lavorati secondo la tradizione nanica, nel quale vive il Re dei Nani.

Tandreag

Un tempo Tandreag rivaleggiava con Bougerrad per lo splendore, ma una invasione dell'Orda che ebbe più successo del previsto l'ha irrimediabilmente danneggiata. Dopo un'aspra lotta Tandreag fu riconquistata, ma la vita nella città non fu più la stessa. A distanza di un secolo è una città che ancora porta i segni dell’invasione. Gli antichi arazzi, le sculture degli eroi nanici mostrano ancora gli sfregi e l’insensata distruzione di quegli antichi giorni. L’atmosfera a Tandreag è cupa e nulla ha saputo ridare alla città la gloria perduta. I fabbri di Tandreag sono rinomati in tutto il mondo conosciuto.

Luoghi d'interesse

Archi del Ragno

E' una formazione rocciosa formata da centinaia di archi che danno l'effetto di una fitta ragnatela. Presso i nani esiste la leggenda seconda la quale gli archi sono effettivamente i resti pietrificati di una ragnatela costruita da un enorme mostro simile ad un ragno che fu sconfitto dal dio Moradin perché minacciava le grotte abitate dai nani.

Caverne di Fanghat

In lingua nanesca "Fanghat" significa semplicemente "Morte" e non sono pochi i nani a credere che questo sia il nome più adatto per le profonde miniere, in cui giacciono insepolti i corpi di centinaia di nani, trucidati dalla spaventosa potenza del Demone delle Tenebre Sammael, che i Nani chiamano con l'appellativo di Ombra Nera. I racconti della ricchezza delle miniere di Agharot, nome originale di Fanghat, sono tuttora cantati in tutta Bougerrad. Altrettanto noto è il Poema Nero che narra della venuta dell'Ombra Nera e del sacrificio del Re dei Nani Gher che affrontò la creatura quando tutto sembrava perduto, soccombendo ma permettendo a molti nani di fuggire dalle miniere. Adamantite, oro, mithril, molte erano le ricchezze di Fanghat e altrettante quelle sottratte nel corso dei secoli a tutti coloro che osarono sfidare Sammael. Qualche viaggiatore ipotizza anche che Sammael possa essere una creatura molto simile a un arcidemone.

Unless otherwise stated, the content of this page is licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License