Epoca dei nani

La civiltà dei Nani è un mistero per le genti di superficie. La loro gente ha sempre preferito vivere sottoterra, protetta dalle minacce della superficie, in grandi città scavate nella dura roccia.

I Nani non hanno una religione vera e propria, ed è per questo che hanno accettato la Chiesa dei Profeti con poche resistenze, il loro unico credo è che i primi nani siano stati generati dalla terra stessa. Questi leggendari individui vengono definiti Paragoni e sono considerati i progenitori di tutti i più grandi clan nanici esistenti al giorno d'oggi.

Durante la loro epoca d'oro i nani costruirono un impero vastissimo che si estendeva sotto il continente di Tarah e oltre. La loro naturale abilità nel lavorare metalli e le loro avanzate conoscenze ingegneristiche li resero una potenza da non sottovalutare e anche gli Elfi dovettero rinunciare ai piani di conquista delle città nel sottosuolo di Peshni dopo aver subito sconfitte pesantissime.

Fu anche grazie all'alleanza tra Impero Numano e i Nani del Sottosuolo che gli elfi di Peshni furono fermati. Le due potenze prosperarono assieme, ma con l'arrivo dell'Orda la situazione cambiò. Le città naniche del nord scomparvero senza lasciare traccia e solo dopo molto tempo si poté scoprire a cosa fosse dovuto quel silenzio.

La guerra fu tanto violenta nel sottosuolo quanto lo fu in superficie, ma mentre gli elfi del nord e gli umani si unirono per affrontare la minaccia comune, i nani si batterono da soli. Ancora oggi l'impero nanico porta i segni di quel conflitto: il caos e l'orrore di quei giorni frantumarono il tessuto sociale e politico dell'impero. Con la morte dell'ultimo imperatore i clan dei nani si spartirono i territori che non erano stati distrutti o corrotti e, a parte che nei casi delle invasioni successive dell'orda il popolo nanico non è stato in grado di riunificare i territori. In buona parte la spinta separatistica è stata una necessità per raggiungere l'autosufficienza. Infatti molte delle antiche strade dell'impero sono state distrutte e alcune di queste sono a tutt'oggi controllate dai mostri dell'orda.

Da allora la civiltà nanica si è sopita, il loro ruolo nel mondo della superficie si è ridotto enormemente, così come la loro presenza. Spesso i nani che vivono nel “Mondo senza tetto”, come chiamano la superficie, sono reietti e esuli oppure mercanti. Sono molti però tra i vari clan che cercano un modo per poter eleggere un nuovo imperatore e riunire le terre dei nani.

Unless otherwise stated, the content of this page is licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License