Graal

Il Graal è un oggetto di straordinario valore per il popolo di Eldern. Nessuno, fatta eccezione per i Sidhe e la Regina Elaine, sa esattamente cosa sia in grado di fare, ma tutti sono concordi nel dire che possiede capacità miracolose. La sua caratteristica più evidente è che nessuno è in grado di determinarne con certezza l'aspetto, poiché, sebbene appaia sempre come un calice, ogni persona lo vede in modo diverso.

La leggenda narra che fu donato dagli Sidhe ai primi sovrani barbarici di Eldern a sugellare l'alleanza tra i due popoli. La sola presenza del sacro calice segnò l'inizio di un periodo di grande prosperità e pace per il popolo Eldern.
Quando Eldern fu assoggettato dai Numani il Graal scomparve per riapparire solamente alla caduta del grande impero. Il Graal fu custodito per lungo tempo dai sovrani di Eldern e poi dall'ordine combattente del Grifone. Si dice che la profetessa Evera in persona viaggiò fino a raggiungere Bryn Bresail, la terra degli Sidhe, per rendere omaggio al calice.

Una volta che Varlais invase il regno di Eldern i cavalieri fecero scomparire nuovamente il calice portandolo a Bryn Bresail, e lì rimasero per 600 anni fino a quando la regina Elaine assieme ai suoi alleati, non scacciarono gli invasori. Nel 1658 il calice tornò tra le mani di una sovrana Eldern, i cavalieri ripresero il proprio posto al fianco della propria gente e ora per la gente delle terre fatate si prospetta un'era di grande prosperità.

Unless otherwise stated, the content of this page is licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License