Ljusalfheim
Nazione: Ljusalfheim
Bandiera: bandiera.jpg
Capitale: nessuna
Governo: Dispotismo
Governante: vari
Popolazione: 3.380.000
Razze: Elfi

Questo antichissimo reame degli Elfi Silvani era un tempo noto come Eldanaan, prima che fosse distrutto e inglobato dal nascente impero Numano molti secoli fa. Rimase assoggettato alla corona imperiale per più di ottocento anni prima che le forze di invasione Norse decidessero di ridare agli elfi la loro indipendenza. L'antica gloria del regno elfico è lontano, ma Ljusalfheim è rinato ed è tornato a prosperare.

Nell’interno Ljusalfheim ha presentato ben pochi cambiamenti rispetto ai tempi in cui era assoggettato all'impero, data anche la diffidenza degli elfi per i cambiamenti sociali nel breve termine, per gli standard Elfici infatti è un regno giovane e ancora in formazione. Gli elfi hanno tentato di ricostruire l'antica sapienza del reame di Eldanaan, impresa piuttosto difficile poiché l'Impero distrusse quasi tutti gli archivi elfici e solo la memoria tramandata oralmente ha salvato la cultura elfica.

Anche la terra stessa di Ljusalfheim non è stata risparmiata dalla macchina industriale di Numa. Le foreste che ricoprivano la regione furono sfruttate fino a spazzarle via quasi totalmente e si sono riformate solo negli ultimi decenni, rigenerate dall'impegno degli elfi. Oggi la maggior parte del territorio è coperta da una fittissima foresta di conifere, ma molte aree restano aride e prive di vita. Il clima è piacevole in estate, molto meno in inverno, quando tutta la foresta si ricopre di uno spesso manto di neve e tutte le creature viventi, fatta eccezione per gli elfi, cadono in letargo.

Le città degli elfi silvani sono costruite in modo da intaccare il meno possibile l'aspetto primitivo dei luoghi dove si trovano e per un visitatore casuale difficilmente riuscirebbe a trovarne una, a meno che non ci capiti per puro caso in mezzo. Gli elfi in ogni modo non apprezzano molto gli intrusi e tendono a rispondere a qualsiasi invasione, anche quella volontaria con forza letale.

Gli elfi sono fieramente indipendenti, ma anche legati a doppio filo con i Norse. Le loro culture e religioni sono piuttosto simili e il fatto che i nordici abbiano contribuito così tanto alla causa dell'indipendenza del regno ha instaurato un rapporto che si avvicina molto alla sincera amicizia. Ljusalfheim in effetti viene considerato un territorio sicuro per tutti i Norse che sfuggono alle persecuzioni religiose.

Il reame è governato da due sovrani eletti da un consiglio di anziani: uno viene chiamato il Re di Primavera e l'altro Re d'Inverno. Il primo si occupa sostanzialmente di governare gli aspetti pacifici della nazione elfica, il secondo quelli più violenti e bellicosi. Siccome gli Elfi hanno rapporti piuttosto tesi con tutti, entrambi i ruoli sono ugualmente complessi da gestire.

Città importanti

Evresty

La più grande città rimasta in mano agli elfi silvani in tutto il mondo. E’ interamente eretta sugli alberi, con una bellezza architettonica e un’armonia con la natura che solo gli elfi sono in grado di concepire, al punto che, nonostante la città sia casa di elfi e di altre razze, senza le strade battute nella foresta sarebbe impossibile da trovare. Evresty ha subito di recente un incendio che ha distrutto la parte sud della città e solo ora qualcosa sta iniziando a ricrescere. La capitale è anche sede del trono del re, eretto sull’albero più alto e imponente di tutta la città: la Grande Quercia d’Argento, al cui interno si dipana l’immensa reggia.

Luoghi d'interesse

Valiasty

Antica città elfica dell'Era dei Syrneth. Oggi esistono solo le rovine ma rimane comunque la città meglio conservata ed una delle poche testimonianze della presenza dell'Impero Elfico che nel passato regnava su queste terre. La città è infestata da oscuri demoni e spesso gli avventurieri vengono qua in cerca degli antichi tesori di Valiasty, trovando spesso la morte.

Paragon

Sono molti a ritenere che l'esistenza di questo magico albero sia solo il frutto di fantasie ma alcuni bardi cantano ancora dell'albero sacro agli dei elfici che dovrebbe produrre gemme al posto dei frutti e la cui corteccia costituirebbe il più duro materiale esistente in tutta. Finora nessuno ha mai trovato l'albero.

Foresta di Ljushalfeim

E' una vasta foresta di conifere relativamente libera dall'infestazione di creature delle terre selvagge. Gli elfi la pattugliano costantemente.

Roccia dei Tesori

Una vasta collina boscosa le cui profondità sono attraversate da un labirinto di tunnel e dove si dice siano nascosti i tesori degli antichi Principi elfici e forse persino alcune delle loro tombe. Nessuno però ha mai rinvenuto nulla e sono in molti quelli ad essersi smarriti nei meandri del sottosuolo.

Unless otherwise stated, the content of this page is licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License