Impero di Orthand
Nazione: Orthand
Bandiera: bandiera.jpg
Capitale: Helgraine
Governo: Impero
Governante: Vari Eisenfurst locali, imperatore assente
Popolazione: 13.560.000
Razze: Umani, Nani, Elfi, Syrneth

Molti viaggiatori ricordano tre cose della terra di Orthand: la nebbia, il fango e le foreste sconfinate. Le città e i villaggi si sviluppano dentro ampie radure che consentono di avere una buona visuale dell'esterno, ma viste dall'alto sembrano spuntare tra gli alberi come pietre preziose incastonate nel verde, una visione impressionante per il viaggiatore disattento.

Il Drachen, la creatura più sacra del folklore e della mitologia, meglio rappresenta il carattere dell'anima Orthand. Sono un popolo di indomabile volontà e incredibile coraggio. Non posseggono alcun retaggio stregonesco, ma le loro armature in drachenOrthand (“ferro di drago”) sono tutta la magia che gli serve; nemmeno i colpi di arma da fuoco possono penetrare un pettorale fatto di acciaio Orthand. Questo, accoppiato alle migliori scuole militari di Tarah, hanno reso gli Orthand la più grande forza militare nel mondo. Eppure, i Principi di Ferro (Orthandfurst) hanno visto tempi migliori di quelli che stanno vivendo.

Per secoli l'Impero di Orthand si è opposto all'avanzata dell'Orda proveniente da Nord. Certamente il Nemico si annida anche nel sottosuolo, ma è dal gelido Nord che proviene il grosso delle truppe che minacciano la civiltà. Le sue forze armate sono impressionanti: migliaia e migliaia di soldati e cavalieri in armatura hanno da sempre combattuto contro i mostri più spietati, risultando vincitori in ogni occasione. Contemporaneamente i principi e gli imperatori di Orthand sono stati in grado di fronteggiare i propri nemici umani. Quando un abitante dell'Impero asserisce che, se non fosse stato per l'Orda Orthand avrebbe già conquistato l'intero continente di Tarah, anche i più strenui nazionalisti di altri luoghi devono ammettere che probabilmente ha ragione.

Ma al giorno d'oggi gli Orthandiani non sono altro che un testamento vivente al costo della guerra più lunga e sanguinosa mai combattuta sul continente. Dopo una feroce guerra dinastica per la successione al trono imperiale durata più di 60 anni, la nazione è caduta e si è divisa in piccole baronie e regni in guerra tra di loro per il possesso di terre già abbondantemente sconvolte dal conflitto. Qualsiasi altra nazione si sarebbe arresa alla disperazione che la circonda.

Ma non esiste una parola nella lingua Orthand che significhi “resa”.

Molta della nobiltà Orthand si è lasciata alle spalle le proprie terre devastate sperando di fare fortuna all'estero, trasformando la grande potenza militare di Orthand in una grande forza mercenaria. La più ricca città di Orthand – Freiburg – si è a sua volta “venduta”, dichiarando una volta per tutte che non farà domande a coloro che vi entrano. Però, alcuni nobili di Orthand non hanno abbandonato i sogni di guerra, e nel profondo dei suoi confini, gli Orthandfurst stanno lentamente ricostruendo la loro forza. Un giorno, quando Orthand cercherà il suo nuovo leader, uno di loro sarà lì per raccogliere il mantello. In tanti sperano che ciò accada prima che l'Orda rivolga il suo sguardo nuovamente a sud.

Città importanti

Helgraine

Prima della guerra della croce Helgrain era la capitale dell'impero, ora giace in stato di semi abbandono, in bilico tra un futuro incerto e un passato glorioso. Si tratta di una città enorme abitata da un gran numero di persone e pesantemente fortificata, tutte le strutture sono erette in pietra e le strade sono ben lastricate. Si tratta di uno snodo commerciale molto ricco. In questa città ovviamente si trova la sede della corte imperiale. Gli abitanti di Helgraine considerano la loro capitale come il luogo d'origine della razza umana, titolo che “curiosamente” detengono con Numa e Ville Royaux. L'Eisenfurt di Helgraine è Lothar Posen, il più gettonato erede al trono imperiale.

Elerhafen

E’ una ridente e prospera cittadina edificata dagli abitanti di Orthand in tempi molto remoti, la sua è una situazione curiosa visto lo stato in cui si trova l'Impero. L'Eisenfurst di Elerhafen è Elizabetha Drosselmeyer, a oggi considerata il miglior partito di tutto Orthand. Elerhafe è uno snodo commerciale e una fortezza molto importante, in ogni giorno della settimana si possono trovare decine di mercant nella piazza centrale che vendono merci provenienti da tutto il continente. Anche per questa sua caratteristica viene scelta da molti avventurieri come punto di partenza per le loro imprese.

Drakenwald

Città situata nel mezzo dell'impervia foresta omonima. Il clima è mite grazie al corso del fiume Draken e alla foresta che protegge la regione dai gelidi venti del nord. Nonostante sia il più grande insediamento della zona, rimane una città abbastanza rozza, ma dietro le sue mura robuste trovano riparo innumerevoli persone, strappando quel poco che si può dalla foresta. L'attuale Eisenfurst è Otto Von Kalder, un uomo rude e con un forte senso dell'onore.

Burtrand

Si tratta di un’antica città stato fondata alle pendici delle Vette Scarlatte ai tempi delle guerre della Fondazione. Ancora oggi mantiene una grande autonomia rispetto all'Impero, specialmente da quando non esiste più un Imperatore. È considerata una città rifugio per molti criminali. Il governo è nelle mani di un grande signore del crimine che detta il bello e il cattivo tempo all’interno delle sue mura. La città ha una grande importanza nella produzione di granaglie, e fino a quando le scadenze sono rispettate l'Impero lascia la città al suo destino

Luoghi d'interesse

Vette scarlatte

Le vette scarlatte sono il punto dal quale è più facile accedere per arrivare nei reami sotterranei di Bougerrad. Sfortunatamente i sentieri sono attualmente infestati alcune tribù della prole oscura.

Foresta del Drakenwald

Questa enorme e inospitale foresta di conifere si estende su tutto il lato occidentale di Orthand. Dove è stata esplorata e domata la foresta cela un gran numero di piccoli villaggi e cittadine; mentre nelle zone dell'estremo occidente si dice sia popolata da alcuni villaggi di elfi. A settentrione invece si sono insediate alcune tribù di Prole oscura, i guardaboschi al soldo di Von Kalder pattugliano la zona cercando di limitare l'espandersi dei nemici, il più delle volte sono aiutati da contingenti inviati dai Kreuzritter.

Unless otherwise stated, the content of this page is licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License