Teocrazia della Santa Terra
Nazione: Terra Santa
Bandiera: bandiera.jpg
Capitale: Arushalahim
Governo: Teocrazia
Governante: Ierofante Auguste XII
Popolazione: 6.920.000
Razze: Umani

Quando si parla della Terra Santa la prima cosa che viene in mente è la complessa struttura della Chiesa dei Profeti: una titanica macchina burocratico-religiosa che domina la nazione con forza. La Chiesa è riuscita a scalzare il vecchio dominio Lyzanthi e ad instaurare un governo stabile e severo. Il potere è nelle mani nominalmente dell’Alto Sacerdote, ma il governo delle sette grandi circoscrizioni in cui è diviso lo stato è affidato ad altrettanti Ecclesiarchi nominati dall’Alto Sacerdote. L’intero potere è nelle mani dei sacerdoti quindi e professare una fede diversa da quella dei Profeti può portare rapidamente ad una condanna esemplare per eresia e quindi all’esilio o alla morte.

La Terra Santa si estende su una grande isola a metà strada tra Peshni e Alhazari, la tradizione vuole che qui la prima Profetessa sia nata, cresciuta e che abbia iniziato la sua opera di proselitismo raccogliendo i seguaci per la prima crociata. Il clima dell'isola è mite, ma più a sud può raggiungere temperature ragguardevoli.

Questa posizione ha costretto la teocrazia a formare una potente flotta e un esercito piccolo e bene armato per sorvegliare le coste e l'accesso. Il potere militare è nelle mani dei Templari: una potente élite di chierici guerrieri che si dedica oltre che alla guida dell'esercito anche alla persecuzione di criminali e eretici. L’esercito si muove solo nel caso che l’Alto Sacerdote dichiari una “crociata”, che può essere scatenata per molti motivi, da quelli politici a quelli religiosi. Il resto delle forze armate è composto in larga parte di Zeloti pronti a tutto pur di difendere la causa della chiesa e da esperti ufficiali che guidano le forze del regno in battaglia.

L’educazione è gratuita, completamente amministrata dai Sacerdoti di distretto che si occupano di insegnare a leggere le sacre scritture ai bambini e alle persone che lo desiderano. E' curioso notare come la Chiesa sia molto più liberale nei suoi territori che nei regni esterni alla Terra Santa. I cittadini sotto la bandiera della Terra Santa, godono di libertà civili sconosciute altrove: tutti sono uomini e donne liberi sotto la legge della Chiesa, sacerdoti e laici vengono sottoposti allo stesso trattamento e, fatta eccezione per i ranghi più elevati del clero che godono di notevoli privilegi, la ricchezza è molto ben distribuita.

Città importanti

Arushalahim

La gran capitale della teocrazia e il più importante centro spirituale della religione dei Profeti. Arushalahim è una città che rispecchia il suo ruolo ed è di una bellezza mozzafiato, a partire dai suoi monumenti, il più famoso dei quali è ‘La Basilica di Nostro Signore’ centro della religione, ma anche del governo, fino alla casa del più umile dei contadini; tutto ad Arushalahim deve rappresentare la gloria eterna del Creatore. Oltre all’aspetto puramente religioso, la città è un grande centro commerciale e culturale, la cui università, famosa in tutto il mondo conosciuto, ne rappresenta l’aspetto più evidente. Arushalahim è una metropoli popolosa e contiene gruppi di molte razze.

Kyriat Luza

Era una vecchia città di origine elfica sul mare Interno chiamata Ludza. Poi con la conquista durante la crociata, Ludza divenne un piccolo villaggio insignificante. Solo la ricostruzione e l’interesse degli umani hanno portato Ludza a diventare una grande città. Oggi Kyriat Luza è famosa per il suo centro di addestramento degli Inquisitori, il più grande di tutto il mondo.

Shiaam

Sorta alla foce del breve fiume Orim, Shiaam è uno dei luoghi più tranquilli di tutta la Santa Terra. Sotto questa apparente tranquillità si nasconde però un importante luogo di culto: si racconta che fu in questo luogo che Evera ricevette le sue rivelazioni da parte del Creatore. Fu qui che venne edificato il primo tempio del culto e da questo luogo ne iniziò la diffusione. La città ospita un gran numero di persone, molti di questi (soprattutto sacerdoti) trasferitisi da Arushalahim e da altre zone del regno.

Luoghi d'interesse

Tomba di Evera

E’ il mausoleo eretto in onore della prima Profetessa. A giudicare dallo stile tipicamente elfico e gli evidenti segni di usura è molto probabile che l'edificio sia molto più antico di Evera ed esso doveva essere un luogo venerato e rispettato da secoli. Il mausoleo è stato successivamente riadattato e restaurato aggiungendo effigi care alla Chiesa. Il mausoleo non è il vero sepolcro di Evera, poiché le sue ceneri sono custodite altrove in un luogo che nessuno conosce realmente.

Basilica di Nostro Signore

E' un meraviglioso luogo di culto che contiene tutti gli uffici più importanti del culto dei profeti. E’ il luogo in cui risiede il gran sacerdote dell’Unico Spirito e dove si svolge tutta la vita politica e religiosa del regno. Costruito interamente dai più grandi architetti Alderani, imprime un senso di sacralità unico in tutto il mondo. Qualche bardo afferma ironicamente che la sua figura slanciata ed elegante, fatta di guglie dorate, da mura marmoree e da un enorme cupola di cristallo color del cielo, male rappresenti il monolito inamovibile che è la Chiesa dei Profeti.

Unless otherwise stated, the content of this page is licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License